Torna a In the Wild

progressive contractor

Livelle laser per applicazioni nell'edilizia

Di ecaywood

|
07/12/2019

In questo blog parlerò di livelle laser lineari, a punti e combo. Questa classe di strumenti presenta molti nomi: laser con linea di tracciamento, generatore di linee, laser autolivellante, laser a proiezione di linee, livella laser, laser a punti, ecc.

Prima di approfondire, un importante commento: se lavorate prevalentemente all'esterno sarà necessario prendere in considerazione un laser rotante più robusto e accurato con rilevamento di qualità professionale. Molte livelle laser compatte possono inoltre funzionare all'esterno con una portata fino a circa 30 metri con l'uso di un rilevatore di linee laser, ma sono progettate principalmente per l'uso interno. Si può mettere una lama a denti fini su un Milwaukee Sawzall®, ma ciò non lo rende lo strumento di taglio perfetto.

Livelle laser 101

Ho parlato con appaltatori che in passato sono rimasti scottati per avere usato livelle laser di qualità scadente in passato. Molti innovatori alcuni anni fa hanno iniziato a usare livelle laser e si sono imbattuti nella scarsa qualità dei prodotti presenti sul mercato. Esiste sempre il rischio di aziende che cercano di far passare un prodotto DIY per uno strumento professionale. Di seguito sono riepilogate alcune informazioni chiave sulle livelle laser, come ausilio per porre le domande giuste quando si è alla ricerca di questi dispositivi. Bevete una tazza di caffè forte e tuffatevi nelle informazioni.

a. Configurazioni tipiche delle livelle laser:

  • Laser a punti emette 2, 3 o 5 fasci laser perpendicolari e vengono usati per trasferire i punti dal pavimento al soffitto, per definire pareti a 90 gradi (metodo 3,4,5) oppure per trasferire altezze.
  • I laser lineariproiettano linee di livello orizzontali o verticali in un “angolo a ventaglio” che varia da
    +/- 60 gradi a più di 180 gradi. I laser a proiezione di linee vengono usati per contrassegnare
    le linee di livello, allineare oggetti in uno spazio (i davanzali di una finestra in una stanza, i mobili superiori di una cucina, proteggi-parete, scatole di commutazione elettriche, ecc).
  • I laser a proiezione di linee a 180° sono simili, come concetto, ai laser a proiezione di linee ma presentano angoli a ventaglio più ampi (spesso >180°). Ponendo il laser in un angolo di una stanza, l'ampio angolo a ventaglio consente al laser di proiettare una linea orizzontale o verticale di livello nell'intera stanza. Questi laser necessitano spesso di "finestre" più grandi per emettere la luce laser, rendendo l'alloggiamento leggermente più grande rispetto ai tipici laser lineari.
  • I laser combo sono esattamente ciò che ci si potrebbe aspettare: una combinazione di laser a proiezione di linee e a punti. Una squadra che a disposizione un laser combo avrà tutti gli strumenti di cui ha bisogno. Un laser combo viene di solito denotato dal numero di linee e punti proiettati dallo strumento (L2P5 – 2 linee e 5 punti).
  • I laser a più linee sono stati utilizzati all'inizio in Asia e stanno prendendo rapidamente piede in Stati Uniti d'America, soprattutto grazie al numero di piani proiettati. Il lato negativo è rappresentato dal costo e dalle dimensioni maggiori.Come i laser combo, i laser a più linee sono caratterizzati dal numero di piani orizzontali e verticali, nonché dai punti proiettati. I piani di un laser a più linee si intersecano a formare un punto su una superficie, di conseguenza la maggior parte dei laser a più linee presenta 1 solo "punto reale", la proiezione verticale del laser sul pavimento.

b. Laser manuali rispetto a quelli autolivellanti – La maggior parte dei professionisti cerca uno strumento laser automatico (autolivellante), in grado di verificare che un oggetto sia perfettamente orizzontale o di trasferire altezze nell'ambito di una stanza. Il modo migliore per risparmiare il tempo di impostazione consiste nell'utilizzare una livella laser automatica. È sufficiente installare lo strumento su un treppiede e accenderlo. Nella misura in cui lo strumento è livellato all'incirca entro i 4 gradi, il laser si attiverà e visualizzerà un piano laser del livello. Se esiste uno sbalzo di livello, viene eseguito automaticamente il nuovo livellamento a condizione che questo resti nel'ambito della "portata di lavoro" del meccanismo di livellamento. Se il livello viene invece sbalzato fuori dalla portata di lavoro, il laser si spegne oppure inizierà a lampeggiare per segnalare la presenza di un problema. Il mantenimento del livello non rappresenta una preoccupazione con gli strumenti auto-livellanti; tuttavia, è importante verificare che la linea laser resti all'altezza di riferimento. Se qualcuno provoca uno sbalzo relativo allo strumento, oppure sposta il treppiede, è possibile che si finisca a lavorare ad un'altezza diversa, anche se lo strumento è ancora in posizione perfettamente orizzontale. Nel corso della giornata è sempre buona pratica controllare il proprio riferimento.

A volte, vedrete livelle laser manuali a basso prezzo. Diversamente dai laser autolivellanti, un laser manuale richiede alla squadra di lavoro di eseguire il livellamento del laser a mano (ed è necessario continuare a controllare nel corso della giornata per verificare che restial livello giusto) mediante l'uso di alcuni tipi di livelle a bolla e viti di regolazione su una base laser. I laser a livellamento manuale richiedono molto tempo e possono causare grandi problemi nel caso qualcuno sposti accidentalmente il laser, alterandone la posizione. Un raggio laser manuale non lampeggerà per indicare che la sua posizione si è alterata.

(vedere funzione autolivellante Leica Lino L2G+ qui di seguito)

c. Possibilità di lavorare per tutto il giorno - La maggior parte dei laser autolivellanti fa uso di batterie alcaline o di alcuni tipi di batterie ricaricabili. I nuovi laser a luce verde presenti sul mercato sono muniti di raggi più luminosi rispetto ai laser rossi, ma utilizzano maggiormente la carica della batteria rispetto ai laser rossi (alcuni laser verdi presentano un tempo di funzionamento di appena un paio d'ore). In confronto a una livella ad acqua o a un piombino, dovrete spendere più denaro in batterie nel passare a un laser autolivellante, ma impiegherete meno tempo per il lavoro da eseguire grazie a una migliore produttività e qualità del prodotto. Per coloro che desiderano assumere atteggiamenti maggiormente rispettosi dell'ambiente, esistono opzioni ricaricabili, sia integrate sia esterne. Nel caso si abbiano batterie integrate, è bene verificare che sia possibile ricaricare le batterie mentre lo strumento è in funzione. Una delle possibilità migliori è rappresentata dall'opzione dell'uso di batterie ricaricabili di dimensione standard (ad esempio, AA). In questo modo sarà possibile avere più cicli di ricarica per un singolo set di batterie, con la possibilità di inserimento di alcune batterie alcaline.

d. Blocco del pendolo – Per comprendere questo argomento è necessario conoscere il funzionamento di un laser autolivellante. Pensate a un pendolo meccanico in miniatura supportato su cuscinetti a sfera di grande precisione. Il laser è collegato al pendolo. Il pendolo tende sempre a una posizione verticale a causa della gravità (livello). Se si sposta il laser, il pendolo prenderà a oscillare e tenderà rapidamente a riposizionarsi al livello corretto (e ovviamente la linea laser farà altrettanto). Nonostante tutto, talvolta potreste aver bisogno di una linea inclinata (ad esempio per individuare i punti di installazione delle staffe su una scalinata). Il blocco del pendolo consente di bloccare il pendolo, impedendo che continui a oscillare. Una volta bloccato il pendolo, è possibile semplicemente inclinare il laser, in modo che anche la linea proiettata si inclini. Un vantaggio importante del blocco del pendolo è la protezione dei cuscinetti di precisione quando il laser viene fatto cadere accidentalmente. Riepilogo rapido: desiderate un blocco del pendolo.

e. Struttura dello strumento e dell'alloggiamento – Un dispositivo di protezione in gomma che riveste lo strumento è sufficiente a proteggerlo da una caduta? Forse sì, forse no.  Uno strumento progettato male non può essere salvato da un pezzo di gomma dello spessore di mezzo centimetro, indipendentemente dall'aspetto della protezione esterna. La durata dello strumento laser dipende da ciò che sta all'interno. Sappiamo tutti che c'è sempre una ragione se gli strumenti economici costano poco. Meglio avere uno strumento solido con un blocco del pendolo e trattarlo come uno strumento di misurazione di precisione. Non è necessario trattarlo come un'opera d'arte: è sufficiente non abusarne. E ricordate di controllare la precisione del livellamentodi tanto in tanto: non fa mai male.

f. Portata e precisione – Un elemento fondamentale che determina la precisione del livellamento è l'impostazione del pendolo (ecco perché è necessario proteggere il pendolo da impatti pesanti mediante un blocco). La precisione viene espressa in termini di errore di livellamento in relazione a una portata predefinita, come 0,06 cm a 457 cm. Raddoppiando la portata a 914 cm l'errore raddoppia. In corrispondenza di 243 cm l'errore dovrebbe essere la metà, ma a volte la linea laser è più ampia rispetto al valore di specifica della precisione. Molte livelle laser presentano un valore nominale della precisione di 0,06 cm a 457 cm. Il problema è che una livella laser economica a 457 cm dal target proietterà una linea laser che presenta una larghezza pari a 0,63 cm: buona fortuna nel far quadrare il cerchio. Risulta importante avere una linea che sia luminosa, chiara e ben focalizzata. Saprete di avere un buon laser quando lo vedrete acceso.

g. Laser verde rispetto a laser rosso - Un vero diodo con laser verde costa più di uno rosso, ma se usate una livella laser per un certo numero di ore consecutive, apprezzerete la differenza. L'innovativa tecnologia con diodo a emissione di luce verde produce una linea luminosa e verde, con "effetto a puntini" rispetto ai laser rossi. Si ottiene quindi una linea laser nitida e ben definita lungo la superficie di lavoro. La lunghezza d'onda verde è 3-4 volte più visibile per l'occhio rispetto al laser rosso. Ciò significa che è possibile normalmente vedere il laser verde da una distanza maggiore rispetto al laser rosso. Una distanza di visibilità maggiore si traduce in meno impostazioni, che a loro volta significano meno tempo per completare il lavoro.

h. Angolo a ventaglio – Immaginate un angolo a ventaglio in questo modo: stando in piedi con le braccia aperte lateralmente. Dal vostro braccio destro a quello sinistro c'è un angolo a ventaglio di 180°. Ponetevi contro un muro: tutto ciò che sta tra il vostro braccio destro e il sinistro si trova nel piano del laser. Ponete un laser con angolo a ventaglio di 180° in un angolo e avrete un piano di livellamento nell'intera stanza. Una sola impostazione per tutta la stanza. Risparmio in termini di tempo e costi.

i. Qualità del raggio – Osservate da vicino il fascio contro un muro da una distanza di circa 4 metri e mezzo. Osservate le linee estremamente luminose e nette. Gli strumenti laser di bassa qualità presenteranno linee tenui intermittenti e sfocate, linee "fantasma" o parallele, punti neri. Vedere per credere.

j. IP54 o IP65 - IP sta per “Protezione dall'ingresso” o, in altri termini, resistenza alla polvere e all'umidità. Per il “fai da te” troverete laser monouso IP40 (fate attenzione a polvere e umidità). Se ci tenete ai vostri strumenti e al vostro lavoro non acquistate niente che abbia una classificazione inferiore a IP54, ovvero resistente a polvere e umidità. Uno strumento IP54 può raccogliere polvere o umidità. Per gli impieghi più gravosi, affidatevi a uno strumento IP65, con standard spec. mil. o superiore. Lo potete buttare nella polvere o lavare con un tubo flessibile. Molti prodotti IP65 sono in ogni caso classificati per resistere a una caduta da 90 - 180 cm. Indipendentemente dallo strumento e dalla classificazione IP, solo un consiglio: non mettete MAI, MAI, uno strumento bagnato in un contenitore chiuso.

(ecco un video di un test estremo di un dispositivo IP55 Leica Total Station - costa 45.000 dollari!)

k. Dopo l'acquisto – Ho parlato recentemente con un addetto alla vendita a Las Vegas e gli ho chiesto come istruisse le persone a usare una livella laser. Ha inclinato la testa, mi ha guardato con un'espressione perplessa e ha detto: “Apri la scatola, metti le batterie e accendi lo strumento. Cos'altro è necessario dire?”

Non avrete bisogno di un call center aperto 24 ore su 24 per avere assistenza nell'uso della livella laser. Ma potreste avere bisogno di una garanzia. Acquistate un prodotto di qualità di un produttore con una buona reputazione che abbia una sede fisica in Stati Uniti d'America e con una semplice garanzia di sostituzione. Se lo strumento non è in linea con le specifiche dei produttori durante il periodo di garanzia, otterrete un nuovo strumento.La garanzia per questi strumenti ha in genere una durata compresa tra uno e tre anni. Tuttavia, non aspettatevi di ricevere gratuitamente la sostituzione di un laser restituito con l'alloggiamento rotto. Le garanzie coprono la normale usura e i normali danni da usura e i difetti di fabbricazione.

Per ora può bastare. Nei post futuri approfondirò il discorso delle applicazioni tipiche (comparazione del "modo nuovo" rispetto a quello "vecchio") e come controllare la calibrazione delle livelle automatiche.

Condividi:

Guarda i commenti

Commenti

Aggiungi un commento

HTML ristretto

  • Elementi HTML permessi: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.