Torna a In the Wild

BLK3D measuring accuracy

BLK3D: Buone prassi per la precisione

Di g.capitano

|
03/15/2021

Il flusso di lavoro reality capture utilizza la funzionalità principale del BLK3D: misurare in tempo reale con la fotogrammetria stereo. Come con la maggior parte degli altri dispositivi di misurazione, è necessario considerare una serie di fattori per ottenere la massima precisione e risultati coerenti. Lo stesso si può dire per una rotella metrica o un distanziometro laser, ma queste considerazioni sono già considerate «conoscenza comune».  

Di seguito è riportata una panoramica dettagliata su come ottenere la massima precisione nelle misurazioni con BLK3D.

 

Leica BLK3D: Buone prassi per la precisione

La precisione delle misurazioni nelle immagini BLK3D dipende da tre fattori:

  1. Distanza dall'oggetto da misurare.
  2. Scatto singolo o scatto multiplo: il numero di scatti e la linea di base tra le immagini 3D utilizzate per calcolare i punti di misurazione.
  3. Prospettiva durante la cattura dell'immagine: orientamento del Leica BLK3D rispetto all'oggetto da misurare (misurazioni 2D e 3D).

 

Prima di tutto: più vicino ti trovi, più sarà precisa la tua misurazione

Otterrai una risoluzione migliore e dettagli più nitidi.

Per ottenere la massima precisione, avvicinati il più possibile all'oggetto che desideri misurare. Se si deve misurare un'area molto estesa, suddividerla in aree più piccole.

Figura 1 Distanza dall'oggetto 2,5 m

Figura 1 Distanza dall'oggetto 2,5 m

Figura 2 Distanza dall'oggetto 5,0 m

Figura 2 Distanza dall'oggetto 5,0 m

Figura 3 Distanza dall'oggetto 7,5 m

Figura 3 Distanza dall'oggetto 7,5 m

Figura 4 Distanza dall'oggetto 15,0 m

Figura 4 Distanza dall'oggetto 15,0 m

Scatto multiplo per risultati migliori

Per misurazioni da una distanza superiore a 2,5 m, si consiglia sempre di utilizzare lo scatto multiplo. Lo scatto multiplo è il processo di acquisizione di una sequenza di immagini di una scena da prospettive leggermente diverse. Più scatti forniscono al BLK3D una distanza di base più lunga tra ciascuna coppia di immagini, migliorando l'accuratezza degli algoritmi di fotogrammetria utilizzati per calcolare le misurazioni, specialmente a distanze elevate.

La linea verde nel grafico sottostante rappresenta l'accuratezza delle misurazioni nell'immagine in relazione al numero di scatti e alla distanza dall' oggetto che si vuole misurare.

Oltre i 2,5, la precisione della misura in uno scatto singolo diminuisce con l'aumentare della distanza dall'oggetto.

 

Precisione in relazione al numero di scatti e alla distanza dall'oggetto da misurare

  • Tolleranze valide per distanze 2D fino a 3 m di lunghezza (profondità <20°).

  • La tolleranza massima può deteriorarsi dello 0,5% per misure più lunghe di 3 m e misure 3D in profondità (>20° profondità).
     

 

Per effettuare uno scatto multiplo:

  1. Puntare il mirino al centro dello schermo (cerchio bianco) sull'oggetto da misurare.
  2. Catturare il primo scatto.
  3. Il laser frontale misura la distanza dall'oggetto per determinare se è consigliato un altro scatto. Il laser deve essere abilitato nelle impostazioni dell'applicazione BLK3D.
  4. Se un altro scatto è consigliato, verrà visualizzata una freccia che mostra la distanza raccomandata per lo spostamento dello scatto successivo.
  5. In base alla distanza indicata, spostarsi di lato a sinistra o a destra e acquisire lo scatto successivo. Continuare questo processo finché viene mostrata la freccia sullo schermo. Il "passo" laterale dovrebbe essere circa il 10% della distanza dall'oggetto da misurare.

Ad esempio:

Se l'oggetto da misurare è a 10 m dal BLK3D, la freccia indicherà che lo scatto successivo dovrà essere effettuato a una distanza laterale di 1 m.
Effettuare quindi un passo laterale di 1 m tra il primo e il secondo scatto. Usare la stessa distanza tra il secondo e il terzo, così come tra il terzo e il quarto scatto.

Immagine di esempio

 

Infine, ma da non dimenticare

Ottenere i migliori risultati da BLK3D è simile al modo in cui otteniamo le migliori fotografie da uno smartphone.  Come con le immagini degli smartphone, gli obiettivi delle fotocamere subiscono livelli di distorsione alla periferia delle immagini.  Per questo motivo, la misurazione è ottimale al centro dell'immagine: le misurazioni da bordo a bordo non sono ottimali.  Comporre bene le immagini si tradurrà in una precisione consistente. 

La selezione dei pixel è altrettanto importante, motivo per cui consigliamo di fare attenzione alla distanza dall'oggetto durante l'acquisizione di immagini con BLK3D.  Più dettaglisono presenti nell'immagine, più facile sarà selezionare il punto da misurare.

 

Suggerimenti per ottenere la massima precisione quando si catturano immagini 3D:

  1. Catturare sempre più di uno scatto se la distanza dall'oggetto è superiore a 2,5 m. Lo spostamento laterale deve essere circa il 10% della distanza dall'oggetto da misurare.
  2. Assicurarsi che gli oggetti da misurare siano visibili all'interno di tutti gli scatti.
  3. Avvicinarsi il più possibile all'oggetto da misurare. Se si deve misurare un'area estesa, suddividerla in aree più piccole.
  4. Per misure critiche, eseguire uno scatto multiplo separato. La migliore precisione si ottiene mantenendo la misurazione nel 50% centrale del campo visivo e posizionandosi perpendicolarmente all'oggetto da misurare. Per ottenere una precisione più elevata, il distanziometro laser elettronico integrato (EDM) di BLK3D misurerà tipicamente entro +/- 1 mm. Una misura EDM laser può essere allegata a una misura nell'immagine utilizzando il menu Strumenti di BLK3D.
  5. Assicurarsi una quantità di luce adeguata.
    Attivare il flash LED incorporato o l'accessorio lampada LED. Evitare la sovraesposizione e la sottoesposizione.
  6. Un dispositivo stabile produce le migliori immagini 3D. Utilizzare un treppiede, un monopiede oppure la funzione timer integrata per stabilizzare il dispositivo.

Condividi:

Guarda i commenti

Commenti

Aggiungi un commento

HTML ristretto

  • Elementi HTML permessi: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.