Leica DISTO Family

Come calibrare un dispositivo DISTO

Di bwauters

|
03/07/2019

il certificato di calibrazione

Il vostro dispositivo DISTO è caduto? Avete provato il dispositivo DISTO per un po' e vi state chiedendo se sia veramente così preciso? Oppure siete rimasti stupiti dal funzionamento di questo strumento e non siete sicuri che sia realmente uno strumento di precisione?

Qualunque sia il motivo, occorre avere dei riferimenti. La fonte migliore è il certificato di calibrazione fornito dalla fabbrica insieme al DISTO.

Ogni DISTO, che si tratti di un modello S910 da 1500 € o di un D110 da 149 €, viene testato e le deviazioni di una serie di misure di riferimento vengono registrate nel certificato presente all'interno della scatola.

Se avete gettato il certificato insieme all'imballaggio e alle informazioni sulla garanzia, potete fare riferimento alla precisione tipica che troverete nel manuale utente oppure, se possedere un modello recente, alle specifiche tecniche riportate nella pagina del prodotto.  

Calibrazione della misura della distanza: determinare la precisione tipica del vostro dispositivo

Facoltativo:scaricate il nostro foglio elettronico di supporto alle operazioni di calibrazione e ci occupiamo noi di fare i calcoli.

  1. Stabilire una base costante. Prendere come riferimento un oggetto semplice da misurare, come il telaio di una finestra o la lunghezza di una stanza, la cui misura è compresa tra 1 e 10 m. Determinate la lunghezza della vostra linea di base con un metro a nastro di precisione. Se siete utenti certificati ISO ed eseguite la calibrazione per certificare un dispositivo DISTO secondo gli standard ISO, il metro deve essere riconducibile a uno standard nazionale (un metro a nastro in acciaio di classe I o II con stampa romana è sufficiente). Fare attenzione che il gancio all'estremità del metro non causi alcun errore.
  2. Prendere almeno 10 misure da un punto fisso. L'utilizzo di un treppiede o altri metodi simili per assicurare la stabilità del dispositivo DISTO durante gli scatti è sicuramente consigliato.  
  3. Calcolare la media dei valori misurati e utilizzarla per determinare la deviazione sistematica dal valore di base. La deviazione sistematica è il valore assoluto di (valore medio - valore di base).  
  4. Calcolare la deviazione standard utilizzando le singole misure (Xi), la media e il numero di misure (n)

    la deviazione standard
  5. Calcolare la precisione tipica aggiungendo la deviazione sistematica al doppio della deviazione standard.