Torna a In the Wild

Gilbert-Ash building design

Gilbert-Ash realizza il Mayhew Theater allo UK Foreign & Commonwealth Office utilizzando Leica BLK360

|
05/12/2020

Gilbert-Ash è una pluripremiata impresa di costruzioni britannica che, nel corso di 30 anni, ha realizzato progetti di costruzione prestigiosi e di alto profilo in 40 paesi - da hotel e immobili a uso ufficio ad ambasciate e consolati. Consedi sia a Londra che a Belfast, lavora spesso come appaltatore per lo UK Foreign & Commonwealth Office grazie alla sua esperienza e all'elevata qualità dei progetti realizzati. Recentemente ha costruito la Diplomatic Teaching Academy all'interno del Foreign & Commonwealth Office a Londra, inaugurata ufficialmente dal Principe William

La Diplomatic Teaching Academy, formalmente denominata Mayhew Theater in onore di Cecily Mayhew, la prima diplomatica donna britannica, era una struttura in vetro parabolico, acciaio e legno da costruire all'interno del cortile dello UK Foreign & Commonwealth Office a Londra — il che significa che la sovrastruttura andava sollevata con una gru nel cortile situato a 90 metri dall'accesso alla strada e con soli 90 metri di spazio libero su ciascun lato, operazione decisamente delicata.  

Per questo progetto, Gilbert-Ash ha dovuto lavorare all'interno di spazi stretti e sensibili. Ha inoltre dovuto realizzare un edificio complesso ed estremamente moderno con specifiche di progetto geometriche molto rigorose. Fortunatamente, l'impresa ha investito nell'imaging laser scanner Leica BLK360, apporto tecnologico cruciale grazie a cui è riuscita a completare con successo il Mayhew Theater, che si è aggiudicato un Construction Excellence Award nel 2019.  

Tecnologia avanzata necessaria per costruzioni complesse di alto profilo 

Esterno del Mayhew TheaterGilbert-Ash, come indicato dalla sua carriera di successo, ha saputo rispondere alle sfide poste da attività di costruzione di alto profilo. Tuttavia, il processo di progettazione e costruzione del Mayhew Theater ha richiesto una tecnologia avanzata a causa delle sfide complesse sopra descritte. 

“La sovrastruttura dell'edificio era costituita da una trave circolare superiore a  paraboloide iperbolico a sbalzo con tetto in zinco — denominata "Pringle" per la sua forma - e all'interno dell'edificio era previsto un soffitto in doghe di legno di cedro anch'esso a forma di paraboloide ellittico", ha dichiarato Paul McGeachy, Responsabile della Progettazione presso Gilbert-Ash. Per i non architetti, questo linguaggio altamente geometrico indica che si tratta di una struttura complicata da realizzare.

E poi, sì, le Pringles sono patatine a forma di paraboloide ellittico. Per avere un'idea di quanto sia complicato un "paraboloide iperbolico", il New York Times ha pubblicato un articolo sui supercomputer citando le Pringles, in particolare la maniera in cui sono progettate: “La Procter & Gamble arriva a utilizzare i supercomputer per assicurarsi che le Pringles vengano messe nei tubi senza rompersi”. 

Chiaramente, il Mayhew Theater è una struttura complessa che necessitava della massima precisione a ogni fase della progettazione e della costruzione e il tetto in zinco a forma di paraboloide iperbolico, proprio come una Pringle da infilare in un tubo, doveva essere inserito nel cortile senza danneggiare l'edificio del Foreign & Commonwealth Office, edificio di elevato valore storico. Se alle Pringles serve un supercomputer per essere infilate nei tubi, a Gilbert-Ash è senz'altro servito un BLK360 per realizzare con successo il Mayhew Theater. 

Puoi trovare una descrizione dettagliata e un prospetto dei lavori di costruzine del teatro nella rivista Construction Manager Magazine, qui

Gilbert-Ash investe in Leica BLK360 per creare modelli 3D 

All'inizio del progetto, McGeachy e Graeme Gourley, perito stimatore, si sono resi conto di aver bisogno di misurazioni estremamente precise delle loro planimetrie di costruzione per il teatro. Avevano già acquisito un po' di esperienza con la costruzione digitale e gli strumenti di cattura della realtà, ma McGeachy si è imbattuto in BLK360 e ha pensato che sarebbe stato il dispositivo ideale da includere tra gli strumenti tecnologici a disposizione. 

“Ero a una fiera dedicata alla costruzione digitale, stavo visitando i diversi stand e mi sono imbattuto in quello Leica. Un loro rappresentante mi ha fornito delle spiegazioni e mi ha fatto una dimostrazione", racconta McGeachy. "A quel punto, è stato facile rendermi conto che sarebbe stato uno strumento molto utile a integrazione di quelli che utilizziamo per le costruzioni. 

Tuttavia, a causa dei vincoli di spazio del cantiere, della complessità del progetto e del lavoro con i subappaltatori, non è stato possibile iniziare semplicemente a lavorare sul posto e adattare il progetto man mano che avanzavano i lavori. Gilbert-Ash ha invece deciso di iniziare la costruzione della sovrastruttura in acciaio altrove, per determinare le dimensioni sul campo. 

"Tutto è stato meticolosamente studiato altrove utilizzando metodi di costruzione digitale", ha dichiarato Gourley. "Abbiamo pre-eretto il teatro per determinare le dimensioni del vetro prima che venisse fabbricato e spedito sul posto".  

"Per riuscire a stabilire le dimensioni sul posto, l'unica maniera percorribile era di catturarle in 3D", ha detto McGeachy. Poi hanno utilizzato BLK360 per scansionare la sovrastruttura e determinarne le dimensioni precise, che hanno poi potuto utilizzare per ordinare altri materiali, quali vetro ed elementi in legno. I dati accurati della nuvola di punti catturata da BLK360 hanno consentito al team di Gourley di avviare l'intero processo di progettazione con precisione, assicurata ugualmente durante ogni fase di costruzione. 

"Siamo una delle prime aziende nell'Irlanda del Nord ad aver investito in Leica BLK360. Lo usiamo per carrurare dati di nuvole di punti 3D", ha asserito McGeachy. "Con i modelli 3D che avevamo sviluppato, eravamo facilmente in grado di identificare le incongruenze tra i vari elementi e abbiamo tenuto dei workshop con i subappaltatori mirati a ideare modalità per apportare modifiche al progetto". 

Workflow di progettazione e costruzione per un paraboloide iperbolico 

Dopo aver catturato la sovrastruttura, McGeachy ha utilizzato diversi workflow per elaborare i dati e creare modelli 3D con Autodesk Revit, ReCap Pro & Mobile, e Navisworks. Quindi è stato in grado di sviluppare il modello Revit esistente e di produrre disegni Autocad dimensionati, e il subappaltatore per la parte in acciaio è riuscito a realizzare la struttura e le giunture utilizzando il software Tekla Structures. 

"Sono forme geometriche molto complesse, e il fatto che in questo progetto poggino una sull'altra e interagiscano tra loro rende il tutto ancora più complicato", ha affermato McGeachy. Considerando la varietà di materiali e forme nella progettazione del teatro, Gilbert-Ash ha fatto affidamento sui dati essenziali ottenuti con BLK360 su cui ha basato l'intero modeling 3D per assicurare il riuscito completamento del Mayhew Theater. 

Esterno del Mayhew Theater

Leica BLK360 ha trasformato alla base la maniera in cui portiamo a termine i nostri progetti e ha fatto un'enorme differenza per noi, soprattutto in termini di coordinamento con i subappaltatori.

ha dichiarato Gourley. "I punti critici nel progetto sono identificabili prima e il cliente è in grado di avere un'idea dei risultati sin dalle prime fasi del progetto."  

Con una struttura così complessa realizzata in un sito, per una finalità e un cliente tanto prestigiosi, BLK360 ha aiutato Gilbert-Ash a portare avanti la sua relazione proficua e il lavoro con lo UK Foreign & Commonwealth Office, già oggetto di riconoscimenti. Siamo impazienti di vedere come Gilbert-Ash integrerà la scansione laser 3D nei suoi progetti futuri. 

Condividi:

Guarda i commenti

Commenti

Aggiungi un commento

HTML ristretto

  • Elementi HTML permessi: <a href hreflang> <em> <strong> <cite> <blockquote cite> <code> <ul type> <ol start type> <li> <dl> <dt> <dd> <h2 id> <h3 id> <h4 id> <h5 id> <h6 id>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Indirizzi web ed indirizzi e-mail diventano automaticamente dei link.